Paesi
Paesi
29/04/20

Dettagli sull'EPA tra Giappone e Unione Europea

Autore
Maria M.
Domanda

Ho letto che attualmente il Giappone presenta delle condizioni favorevoli per l'export di beni dal nostro Paese.

In cosa consistono queste misure? E come faccio a verificare che si applichino anche ai miei prodotti?

Redazione SACE
Redazione SACE SIMEST
Risposta

L'Unione Europea ha sottoscritto con il Giappone un accordo noto come EPA - Economic Partnership Agreement. L'accordo è entrato il vigore il 1° febbraio 2019, e di fatto consiste nell'istituzione di un'area di libero scambio tra Giappone e i paesi facenti parte dell'UE.

Nell'ambito dell'EPA è previsto l'abbattimento della maggior parte delle barriere non tariffarie nell'interscambio tra UE e Giappone, oltre che l'eliminazione delle tariffe doganali sul 99% dei prodotti e servizi da e verso il Paese. Il testo dell'accordo di Partenariato economico è disponibile cliccando qui.

Ciascun esportatore può verificare se l'EPA ha un impatto sui propri prodotti, identificando il codice HS4 e verificando alcuni requisiti, quali le regole di origine.

Nel caso in cui il valore delle merci spedite in Giappone superi i 6mila euro, l'esportatore deve obbligatoriamente registrarsi al sistema REX (Registered EXporter system). Informazioni sempre aggiornate sono disponibili, in maniera del tutto gratuita, attraverso il sito del Market Access Database della Commissione Europea.

 

Anche l'ufficio studi SACE SIMEST ha pubblicato un approfondimento molto utile sul tema, che può essere consultato a questo link.