Avanzato

Cashflow management: una leva aggiuntiva per la liquidità dell'impresa

sacesimest-cashflow-management-liquidità-export-education

 

 

In uno scenario globale di generale ripresa, nel 2017 in Italia i tempi di incasso delle fatture commerciali, si sono accorciati di 11 giorni rispetto al 2012 – anno nero della crisi. È diminuita anche la percentuale di imprese italiane che ha riportato ritardi di pagamento su fatture commerciali (47% vs 49% nel 2016 per il mercato domestico; 39% vs 41% nell’anno precedente per operazioni export). Tuttavia, oltre il 77% dei fornitori italiani ha segnalato ritardi di pagamento da parte dei propri clienti. Un dato ancora ben superiore alla media europea (52,6%).

Quali i motivi principali? Senza dubbio la carenza di liquidità, che può indurre l’azienda a riversare il problema sui propri fornitori ritardando il pagamento delle fatture. 

Il tema della liquidità – che sia la capacità di ottenere credito dalle banche o di mantenere il controllo sui propri incassi – è quindi uno dei “banchi di prova” del fare impresa.
Ritardi negli incassi, crediti insoluti, perdita di affidabilità presso le banche e incapacità di gestire i crediti, sono fattori spesso all’origine della crisi di tante piccole e medie imprese, e innescano corti circuiti su tutta la catena di fornitura con ricadute negative sull’intero tessuto imprenditoriale italiano. Al contrario, un sano equilibrio finanziario tra entrate e uscite è sinonimo di crescita: riuscire a tenere sotto controllo il proprio cash-flow vuol dire riuscire a rispettare le scadenze con i clienti e fornitori e guadagnarne così in affidabilità; affrontare fabbisogni di cassa imprevisti e picchi stagionali; portare avanti progetti di crescita con una prospettiva di medio-lungo periodo.

Nei pagamenti il "fattore tempo" è vitale per garantire alla propria azienda una sana crescita economica. Per venire incontro alle esigenze di cassa dell’impresa sono ormai disponibili sul mercato diversi prodotti finanziari alternativi o collaterali ai finanziamenti bancari. Uno tra tutti il factoring, che permette all’impresa di qualsiasi dimensione di cedere i propri crediti commerciali a un operatore specializzato (factor) e incassarli in anticipo rispetto alla data di scadenza delle fatture. Ma la monetizzazione dei crediti non è l’unico vantaggio possibile: si può abbinare al factoring l’assicurazione del credito, liberandosi dal rischio di inadempimento contrattuale e di mancato pagamento da parte della propria clientela e si può delegare la gestione amministrativa del credito direttamente al factor.

Uno strumento, dunque, dalle enormi potenzialità. Non a caso il factoring è diventato sempre più diffuso negli ultimi anni. Nel 2017, l’Italia ha raggiunto quota 222 miliardi di euro di crediti intermediati (pari al 12,8% del nostro Pil).
L’impresa che sceglie i servizi factoring di SACE SIMEST ha a disposizione soluzioni innovative per la cessione pro soluto o pro solvendo di crediti verso debitori pubblici e privati, sia italiani che esteri.

A beneficiarne è l’intera filiera produttiva, in primis le PMI, per le quali una corretta gestione del cash-flow è quanto mai vitale, specie nel nostro Paese dove il volume di fatture insolute nel settore B2B resta uno dei più alti in Europa (19,8% vs 18% di media nell’Europa avanzata nel 2017).

 

 

TREASURE CHEST

 

  • La capacità di generare flussi di cassa nel lungo periodo con la gestione operativa è un indicatore oggettivo di performance aziendale e significa potersi garantire uno sviluppo sostenibile.
  • I pagamenti dilazionati, indispensabili nel rapporto fornitore-cliente, e i ritardi nel saldo delle fatture rischiano di mandare in sofferenza l’impresa per carenza di liquidità e, nei casi più gravi, mettono a repentaglio la sopravvivenza stessa dell’azienda.
  • Il factoring è una soluzione sempre più utilizzata per cedere i crediti a una società specializzata e incassarne il corrispettivo in anticipo rispetto alla data di scadenza delle fatture.
  • SACE SIMEST, attraverso la società operativa SACE Fct, offre una gamma completa di soluzioni per lo smobilizzo crediti, in Italia e all’estero, con controparti pubbliche e private.

 

 

 

Continua ad esplorare l'export kit

Perché cedere i crediti a un factor?
Prosegui