Intermedio

I consigli per avere successo all’estero

Fare impresa all’estero può sembrare una strada in salita, specie se non si conoscono i passi giusti da seguire per costruire una solida strategia export.

Guarda il video e scopri con il nostro Chief Economist, Alessandro Terzulli, quali sono i primi fattori da considerare per affrontare al meglio l’ingresso in nuovi mercati.

 

Creare strategie ad hoc

Come sottolineato dal nostro Chief Economist, ciascun mercato necessita di una strategia di ingresso pensata sulla base delle sue caratteristiche specifiche. Per questo motivo è necessario prepararsi in anticipo e considerare sia gli aspetti più propriamente legati al business, come l’andamento del proprio settore nell'economia di destinazione, sia elementi solo apparentemente secondari, come la cultura locale e la business etiquette, che però possono fare la differenza.

 

Fare un passo dopo l’altro

La fase preparatoria è cruciale, ed è fondamentale non sottovalutare l’importanza d investire tempo e risorse nella pianificazione, se necessario  affidandosi all'aiuto di un consulente. Una strategia ben ponderata permetterà di identificare la soluzione più giusta per stabilirsi nel mercato. L’export è, infatti, solo uno dei modi per avere successo all’estero. In alcuni casi può essere più indicato investire, magari con l’apertura di una filiale, una vera e propria azienda sussidiaria, o addirittura con l’insediamento di un sito produttivo in loco e operazioni di fusione e acquisizione.

 

Per concludere

Per prepararsi all'internazionalizzazione gli imprenditori possono strutturarsi internamente formando i propri dipendenti con programmi dedicati, creando un ufficio export, e investendo sulla figura dell’Export manager. In alternativa è necessario appoggiarsi a consulenti e integrare le competenze con strutture esterne qualificate.

 

 Ma quali servizi sono realmente calibrati sulle esigenze delle piccole imprese?

Con SACE SIMEST, ad esempio, le aziende che si affacciano a nuovi mercati e hanno trovato un potenziale cliente per i propri prodotti, possono richiedere online la valutazione del proprio cliente, uno scoring professionale dell’affidabilità delle controparti italiane ed estere.

Combinare l’expertise interna all'impresa con un servizio affidabile come Valutazione Azienda, permette di operare scelte di business più consapevoli e di non esporre l’impresa al rischio di mancato incasso dei crediti commerciali.

In pochi click ottieni una valutazione professionale, disponibile a partire da 17 euro iva esclusa. Basta inserire il Paese in cui si trova il cliente, la sua ragione sociale e l’importo della commessa. Un team di esperti analizzerà la controparte, restituendoti un indice di affidabilità, comprensivo di consigli sul credito massimo concedibile.

Per venire incontro alle esigenze delle piccole e medie imprese,Valutazione Azienda è integrabile con una consulenza telefonica personalizzata; il monitoraggio del cliente per i 12 mesi successivi all'acquisto e la possibilità di attivare una polizza a copertura  del rischio di mancato pagamento.

 

Continua ad esplorare l'export kit

Export manager: perché è importante per l’impresa
Prosegui